L'ultima emozione - Emozioni

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'ultima emozione



DELICATEZZA DELLA SETA

Vorrei penetrare il tuo seno con la delicatezza della seta
raccogliere l’anima fra le mani lasciandola scivolare fra le dita,
mentre un brivido scivola lungo la schiena nella sua limpidezza
tale da sorridere allo specchiarsi,  come l’acqua dì sorgente.
La consapevolezza di cuor carico  d’amore capace
di riscaldare ogni sguardo perso in se stesso,
non spaventa la forza del brivido.
Forse  è solo utopia, umana debolezza o stupidita dell’essere,
ma in fin dei conti sono solo un uomo,
con accozzaglie di speranza in mano,
inumidite da qualche lacrima intrisa di rughe
ormai fredda nel amara ritualità.
La ragione sprona la carne a non perdere la forza goliardica in gioventù,
malconcia al passare delle lune
ad esser vigorosa nel  assaporare
nella sua pienezza,la danza dell’ amore.

Paolo Fior


Agg. 01-10-2018

 
Torna ai contenuti | Torna al menu